pannello delle emozioni

Oggi ho pensato di portarti con me dietro le quinte per mostrarti quanti passaggi occorrono per creare un nuovo articolo e nello specifico il pannello delle emozioni.

Spero tanto che ti piaccia fare questo viaggio con me per diverse ragioni.

Prima di tutto perché ti sto mostrando un’anteprima che sarebbe altrimenti rimasta super segreta. E’ una creazione che farà parte di una linea più grande, tutta dedicata alle emozioni.

Poi perché considero la nascita di una mia creazione un momento molto intimo e di grande concentrazione, un momento in cui mi isolo da tutto il resto.

Perché ti porto con me?

Se mi segui sono sicura che tu sappia quanto lavoro ci sia dietro una creazione fatta a mano. Spesso poi la progettazione prevede diversi tentativi, aggiustamenti, qualche volta fallimenti.

Quello che però vorrei mostrarti con questo post è quanto possano pesare, in fase di creazione, alcune scelte che reputo distintive delle mie creazioni.

Come nasce il pannello delle emozioni?

pannello delle emozioni faccine

La prima cosa che ho dovuto fare è stata disegnare le espressioni che volevo inserire nel pannello. Ne ho disegnate diverse per scegliere poi quelle che più si prestavano.

pannello delle emozioni

Ho trasportato sulla carta i singoli pezzi della faccina: il viso e i capelli. In seguito ne ho ricavate sei copie, tante quante sono le emozioni che ho scelto di inserire, tagliando il feltro.

pannello delle emozioni

Ora si inizia a cucire. Prima a macchina si cuciono i capelli sulla faccina poi a mano ricamo le emozioni del viso e terminate tutte le espressioni cucio le faccine sul pannello.

pannello delle emozioni

A questo punto taglio le letterine che mi occorrono per la scritta. Io, come per ogni altra forma, non uso fustellatori quindi taglio ogni lettera a mano. Per fortuna ho sempre delle lettere in gomma crepla che uso come modello per renderle tutte uguali.
Ovviamente sarebbe molto più veloce fare la scritta direttamente con le letterine in gomma crepla ma cerco di evitare più che posso gomma e plastica come anche l’utilizzo della colla a caldo. Ogni elemento è infatti cucito a mano o a macchina.

pannello delle emozioni

Ora con lavoro certosino cucio a macchina la scritta sul pannello. Come anche le faccine questa fase è abbastanza lenta. Questo perché il pannello in feltro risulta ingombrante sugli spazi della mia macchina da cucire, quindi devo andare molto piano.

Per terminare il pannello delle emozioni occorre ancora creare una lancetta con il feltro e con un bottone, rigorosamente in legno per non utilizzare la plastica, fermarla sul pannello.
Come ultima cosa blocco un nastrino in raso sul retro del pannello per poterlo appendere.

Adesso si passa al “controllo qualità”. Con le forbici aggiusto qualche piccola imperfezione e controllo che tutto sia in ordine.

pannello delle emozioni

Se vuoi essere la prima a conoscere nel dettaglio la linea dedicata alle emozioni (e godere di qualche privilegio) puoi iscriverti alla newsletter. Riceverai subito:

 

  • Un buono da 5 € da utilizzare sul mio negozio Etsy
  • Inoltre una volta al mese riceverai i miei aggiornamenti, anticipazioni e omaggi pensati per te

[mc4wp_form id=”50756″]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment